Home    Band    Concerti    Storia    Foto    Testi    Discografia    Links    Press    Store    Guestbook    Contatti

Iscriviti alla newsletter







Al momento non sono previsti nuovi eventi


ULTIMO CONCERTO
21/10/2018
Rocca di Papa (RM)























Storia:

Breve presentazione

L'Albero






2002

Prima dei Senza Nome


Tutto ebbe inizio a Ciampino nel lontano 1998 quando la preside del liceo Volterra, come è consuetudine all’inizio di ogni nuovo anno scolastico, cominciò a leggere la suddivisione delle sezioni alle matricole del primo ammassate nell’auditorium della scuola: “…Sezione H… Astolfi, Buttazzo, Concilio…” L’elenco di quella 1a H conteneva inconsapevolmente il nucleo del gruppo dei Senza Nome che sarebbe nato cinque anni più tardi, e fu in quello stesso auditorium che Emanuele De Marzi (voce e chitarra), Stefano Onorati (tastiere) e Fabrizio D’Amore (batteria) con altri compagni di classe (Daniele Fanasca e Matteo Spinelli alle chitarre), cominciarono a suonare insieme.
Il gruppo della 1a H durò pochi mesi, sufficienti solo a fare un po’di prove. Emanuele a novembre decise di abbandonare il liceo scientifico, per iscriversi all’istituto d’Arte di Marino, e Fabrizio alla fine dell’anno scolastico passò ad un istituto tecnico per grafica pubblicitaria. Fu un’annata memorabile quella. Fabrizio era un ragazzino con i capelli lunghi fino al sedere. Veniva a scuola tutte le mattine con un “sietto” del dopoguerra destinato a entrare nel mito. Per lui andare a scuola significava suonare la batteria! durante ogni ora di lezione! con le bacchette, con le dita… qualche volta un astuccio fungeva da rullante, qualche altra volta un libro di latino diventava un ride… e poi si divertiva a riempire i diari dei compagni di caricature dei professori. Emanuele invece disegnava tutto il tempo… una volta la prof di lettere mi ricordo che si incavolò come una bestia perché lo trovò a farle un ritratto invece di seguire una delle sue pallosissime spiegazioni di grammatica! Beh insomma non è che si studiasse troppo… però si suonava e ci si divertiva veramente tanto!
Quella memorabile esperienza del 1998 finì con l’anno scolastico e le nostre strade si divisero: io e Emanuele continuammo a vederci per suonare di tanto in tanto… ma perdemmo di vista completamente Fabrizio e per circa tre anni non ci sentimmo più.
Ci ritrovammo tutti e tre il 15 febbraio del 2002. Fu un evento a dir poco eccezionale! ci incontrammo all’uscita del concerto dei Dream Theater tra una platea di migliaia e migliaia di persone… quasi un segno del destino! Decidemmo di andare a fare una prova in una saletta a Ciampino tanto per fare una bella rimpatriata: in tre anni Fabrizio era diventato veramente bravo con la batteria! Io ed Emanuele provammo a chiedergli di formare un gruppo con noi! Fabrizio ci disse di richiamarlo dopo aver trovato gli altri elementi: lui, da bravo batterista (loro e i bassisti sono sempre i più difficili da reperire), suonava già con un’altra cinquantina di gruppi di Ciampino. Non riuscimmo a formare quel dannato gruppo e ci perdemmo di nuovo di vista. Io ed Emanuele continuammo a provare da soli: è in questo periodo che abbiamo scritto Tumore e Non sono mai esistito.



Sviluppato da Ufotizio, Grafica di 1b1dem