Home    Band    Concerti    Storia    Foto    Testi    Discografia    Links    Press    Store    Guestbook    Contatti

Iscriviti alla newsletter







Al momento non sono previsti nuovi eventi


ULTIMO CONCERTO
21/10/2018
Rocca di Papa (RM)























Storia:

Breve presentazione

L'Albero






2006

A inizio gennaio l’attrice/regista Rita Gatti, collaborando con il nostro Gabriele da tempo, ci propone di lavorare insieme alla sua compagnia teatrale per la realizzazione di uno spettacolo cabarettistico, intitolato: Così Pare… anche se non è… Per l’occasione prepariamo alcune cover scelte insieme alla regista, del gruppo Latte & i suoi derivati. Le prove si svolgono in un clima di goliardia e ilarità generale, alcune volte siamo costretti a interromperle per via delle risate incontrollate.

Si va in scena il 22 a Frascati, al Teatro Villa Sora. Oltre all’interpretazione musicale, all’insaputa di tutto lo staff, e dei colleghi attori, noi della band avevamo organizzato uno spettacolo nello spettacolo, ossia una breve gag: fingiamo di litigare sul palco perché il mio cellulare, dimenticato acceso, squilla durante l’esecuzione del brano d’apertura; chi chiama è una porcellona che più tardi si scoprirà essere la mamma del malcapitato batterista. Memorabile è la scena in cui, strappatomi di mano il cellulare, sviene dopo essere venuto a conoscenza dell’identità della porcellona.
Lo spettacolo è un successo, ci vengono proposte delle repliche, mentre Gabriele rimarca il suo eroismo per aver affrontato lo spettacolo nonostante avesse un abbassamento di voce. Il resto della band apprezza il suo atto di coraggio, e spiega al pubblico che fare certi GIUOCHINI nuoce gravemente alle corde vocali (gli credo senza provare…).

Verso la fine dell’inverno accade un fatto assai importante: entriamo a far parte di NoSlappers, una specie di “cooperativa” fra gruppi musicali di Roma e dintorni che hanno deciso di unire in un’unica rete i propri spazi e il proprio pubblico, vista la preferenza di molti locali per le tribute band. Conosciamo così molti gruppi con i quali tuttora suoniamo e manteniamo ottimi rapporti, soprattutto con Mago di Oz, Loxx, Portal Way, The Fifth Season, Arvalia, Guitarmando, Omega3, e gli S.O.S. di Fernando Regaldo, l'ideatore di NoSlappers.

Grazie all’opera di quest’ultimo e di noi musicisti, non pochi locali aderiscono a questo movimento (che al giorno d’oggi conta più di 200 gruppi), e il 22 aprile esordiamo all’A.I.D.A. in concerto acustico insieme ai Joe’s Garage, il ventennale gruppo di Marcho De Marchi.

Il 13 maggio, dopo quasi un anno e mezzo, torniamo all’ex Inferno e Paradiso, ribattezzato Restart e completamente rinnovato. In un clima pre-estivo ci esibiamo in quello che oggi annoveriamo tra i migliori concerti acustici di sempre: nonostante il boccalone di birra doppio malto a testa, Mirko ed io suoniamo come macchinette, trovando anche il tempo di scherzare, in piedi come alfieri dietro ad Emanuele seduto e concentratissimo come sempre.

Una settimana esatta dopo suoniamo a Marino in Piazza Garibaldi, altro luogo caro alla band. È un tributo al grande Fabrizio de André, in cui eseguiamo alcuni tra i suoi brani più famosi, recitati o anche cantati da Gabriele che dà una grande prova della sua passione per questo cantautore.

Il 26 maggio resterà come il giorno più assurdo nella storia della band: dalle 18 alle 21 ci esibiamo non in uno, ma in due concerti! Suoniamo alla festa di chiusura della campagna elettorale di Ugo Onorati per le elezioni amministrative a Marino. Si comincia a Santa Maria delle Mole, si smonta il palco, si corre a Piazza San Barnaba e si ricomincia. Sfioriamo l’esaurimento nervoso… anche perché poi al secondo concerto a me e Mirko tocca suonare anche con gli Scarlet Mirror, il nostro side project metal.
Dopo un breve riposo, l’11 giugno andiamo a Lanuvio, chiamati a partecipare alla XII edizione della Festa della Musica. Ad ogni gruppo è stata assegnata una piazzetta o un largo del centro storico, cosicché la gente possa fermarsi a sentire qualunque gruppo voglia. Troviamo l’idea molto simpatica; nonostante fossimo già abituati ai palchi “alti”, non abbiamo mai perso quell’entusiasmo e quella modestia da “gruppo di strada” a stretto contatto con la gente. Purtroppo la pioggia “lava” via ogni entusiasmo, e siamo costretti a smontare tutto e ad andarcene. Non augurerei a nessuno una cosa del genere…
Il 23 abbiamo l’occasione di fare una comparsata a Marino davanti a Vittorio Nocenzi in occasione della convention dell’orchestra di MusicOrienta di cui fanno parte Stefano ed Emanuele. Insieme con altri musicisti dell’orchestra, eseguiamo R.I.P. del Banco del Mutuo Soccorso, una sorta di omaggio al “padrone di casa”. Intanto la collaborazione con NoSlappers continua a dare frutti: dopo un’iniziale disdetta, suoniamo nel prestigioso locale Stazione Birra di Morena, in una rassegna di gruppi. Dalle 18 a notte fonda ha luogo una spettacolare e ininterrotta carrellata di band, senza alcuna competizione né invidia, ma solo rispetto e reciproca ammirazione.
Il 6 luglio siamo di scena nella “nostra” Colonna: è la prima edizione del festival “Colonna Rock” da noi creato, con l’aiuto dell’Amministrazione locale. Con noi devono suonare anche Loxx, Antistamina e Mago di Oz, oltre che gli Scarlet Mirror di cui facevamo parte Mirko ed io. Purtroppo riescono a esibirsi solo questi ultimi, i Loxx e gli Antistamina perché ancora una volta la pioggia rovina tutto.
La nostra estate si chiude con la replica dello spettacolo “Così pare... anche se non è” il 28 luglio a Rocca Priora in Piazza Nassirya e una partecipazione alla Festa dell’Unità a Velletri tre giorni dopo.
Appena iniziato l’autunno ci esibiamo nuovamente all’AIDA il 23 settembre in acustico, mentre una settimana dopo veniamo chiamati a partecipare ad una singolare quanto nobile iniziativa: a Ciampino suonano i Terapia d’Urto, un gruppo musicale formato da detenuti del penitenziario di Rebibbia.
E’ in questo periodo che il l’idea di realizzare finalmente un cd si va concretizzando: le canzoni sono ormai dotate di un proprio senso compiuto, e la formazione è ben solida. Unico neo: Gabriele, dopo un lungo periodo di indecisione decide di lasciare il gruppo. Pertanto, decidiamo di non prendere più un attore fisso nella band ma solo per collaborazioni occasionali. Per quanto riguarda la musica, viene composta SI LA DO, canzone assai “trasversale” alle altre, in quanto tratta di temi sessual-demenziali espressi da un testo le cui sillabe sono nomi di note musicali. Sono gli inconvenienti che capitano quando si pensa troppo a non pensare... E così, si comincia a progettare il tutto.
Intanto, il 1° dicembre suoniamo in trasferta a Fiumicino all’Alkatraz insieme all’attrice Veronica Iannini.
L’anno 2006 si chiude con il prosieguo dei lavori al cd e con la partecipazione di Daniele al concerto acustico “S.O.S. and friends” all’AIDA insieme ad altri musicisti NoSlappers.
Sviluppato da Ufotizio, Grafica di 1b1dem